Ecobonus e Sismabonus. Necessarie proposte per la cessione del credito.

Le opportunità offerte dalle agevolazioni Fiscali ECO-SISMABONUS, che si vanno ad affiancare a quelle già preesistenti, offrono oggi al condominio opportunità di assoluta convenienza in un’ottica di interventi rivolti alla riqualificazione degli Edifici.

Il ritorno, in termini fiscali, può arrivare in alcuni casi fino al 75% della spesa per la riqualificazione energetica e fino all’ 80% per gli interventi strutturali atti a migliorare le prestazioni statiche/sismiche degli edifici.

In questo contesto la sfida più complessa  è sicuramente quella di trovare il modo affinché i condomini possano evitare di anticipare in tempi brevi i costi per gli interventi i cui benefici fiscali sono comunque “spalamabili” nell’arco di 10 anni.

Allo stesso modo la possibilità di beneficiare della “cessione del credito” da parte soprattuto di quei soggetti considerati  “incapienti”.

In quest’ottica è giusto cercare soluzioni da parte dei condominii e degli stessi amministratori che proprio in questo caso devono affrontare questa grande opportunità come veri e propri “Building Manager”.

Il mercato per fortuna comincia ad offrire soluzioni e tra queste si evidenzia quella di ENEL X.

E se anche il mercato dei finanziamenti mirati riuscisse in tempi brevi ad apprezzare maggiormente le opportunità oggi offerte nel settore che  in questo momento rappresenta l’unico volano possibile per la nostra economia, è facile ipotizzare il superamento di quegli ostacoli e di quegli indugi che in questi primi due anni hanno visto decollare un numero ancora ridotto di interventi rispetto all’intero comparto di edifici che comunque oggi necessitano di interventi.

https://bmitalia.net/wp-content/uploads/2019/01/Infograficariqualificare.pdf

https://bmitalia.net/wp-content/uploads/2019/01/Infograficainterventi.pdf

Chiudi il menu